Verità dimenticate

 

 

Raccolta

(in corso)

 

 

 

 

 

 

  Bookmark and Share

* La Chiesa permette le esibizioni femminili di carattere sportivo?

* Se lo stato a sé attribuisce e ordina le iniziative private, la famiglia corre pericolo

* Il progresso della civiltà è frutto più della morale che della scienza / A che scopo ragionare senza un comune linguaggio, o com'è possibile d'incontrarsi, se le vie divergono, se cioè da una delle parti ostinatamente si spingono e si negano i comuni valori assoluti, rendendo quindi rinattuabile ogni "coesistenza nella verità"? Già per il rispetto del nome cristiano si deve desistere dal prestarsi a quelle tattiche, poichè, come ammonisce l'Apostolo, è inconciliabile il volersi assidere alla mensa di Dio e a quella dei suoi nemici (cfr. 1 Cor. 10, 21).

* "La pace è in pericolo proprio là ove l’opinione pubblica cessa di funzionare liberamente" (Pio XII)

* I Papi ed i castighi divini / Il Signore, come giusto giudice, se punisce spesso i peccati dei privati soltanto dopo la morte, tuttavia colpisce talora i governanti e le nazioni stesse anche in questa vita, per le loro ingiustizie, come la storia ci insegna.

* Il peggiore nemico è chi occulta la verità (del testamento spirituale del Beato Cardinale Stepinac) / Voler essere felici senza Dio, significa costruire la torre di Babele. Così avverrà in futuro certamente! Ogni tentativo di formare la cultura, la civiltà, il benessere di un popolo senza Dio, significa suggellare la sua perdizione nel tempo e nell'eternità!

* “Il peccato rende miseri i popoli” (Pr 14,34). Se ogni età anteriore ha sperimentato la forza e la verità di questa sentenza, per quale motivo non dovrebbe sperimentarla la nostra?

* “Le forze religiose e i principi cristiani valgono, meglio di ogni altro mezzo, a conseguirne la guarigione”

* La devozione del santo Rosario, un’arma da guerra validissima per sconfiggere i nemici della fede / Al Rosario, sia in privato, sia in pubblico, nelle case e nelle famiglie, è stata dedicata una speciale attenzione, costituendo associazioni, consacrando altari, promuovendo processioni, nella convinzione che non esista una preghiera che possa meglio onorare la Vergine nelle sue solennità e ottenerne la protezione e i favori.

* L’avvenire appartiene ai vigorosi, che fermamente sperano e agiscono / Se vi è oggi qualche cosa che deve far paura, è la paura stessa. Non vi è peggiore consigliera. La paura, vergognosa di se stessa, eccelle nel travestirsi.

* I Papi Benedetto XIV, Leone XIII e Pio XII sull'islam e/o le Crociate

* "La pace è in pericolo proprio là ove l’opinione pubblica cessa di funzionare liberamente" (Pio XII) / Altrettanto deplorevole e, forse, ancora più funesta a causa delle sue conseguenze, è quella dei popoli nei quali l’opinione pubblica resta muta, non perché è imbavagliata da una forza esterna; ma perché mancano i suoi presupposti interni, che devono trovarsi negli uomini viventi in comunità. - Si potrebbe forse affermare con sicurezza che la maggioranza degli uomini è capace di giudicare, di valutare i fatti e le correnti al loro giusto peso, in modo che l’opinione sia guidata dalla ragione? Eppure è questa una condizione « sine qua non », perché essa sia valida e sana. Non si vede invece, forse, questa maniera, che è la sola legittima di giudicare uomini e cose secondo chiare norme e giusti principii essere respinta come un ostacolo alla spontaneità, e, al contrario, essere posti in onore l’impulso e la reazione sensibili dell’istinto e della passione come i soli « valori di vita »? - Non si può "riconoscere alla legislazione positiva una pseudo maestà che in nulla si differenzierebbe da quella che il razzismo o il nazionalismo attribuiva alla produzione giuridica totalitaria, calpestando i diritti naturali delle persone fisiche e morali".

* Fondiamo le nostre attese su Quella che ha sempre schiacciato le eresie / Voglia, con il suo efficacissimo patrocinio, portare aiuto alla santa Madre, la Chiesa Cattolica, perché, rimosse tutte le difficoltà, sconfitti tutti gli errori, essa possa, ogni giorno di più, prosperare e fiorire presso tutti i popoli e in tutti i luoghi.

* I veri diritti dell’uomo nascono proprio dai suoi doveri verso Dio / Da quando lo Stato rifiuta di dare a Dio ciò che è di Dio, è necessariamente costretto a non dare ai cittadini ciò a cui hanno diritto come uomini.

* "L’arrendevolezza dei buoni aumenta l’audacia dei malvagi". "Cedere all’avversario o tacere, mentre dovunque si alza tanto clamore per opprimere la verità, è proprio dell’inetto oppure di chi dubita che sia vero quello che professa. L’uno e l’altro atteggiamento sono ignobili e ingiuriosi a Dio".

* Allucinazione di soldati deboli o traditori... "che al primo colpo gettano le armi o scendono a patteggiare col nemico, che qui è il nemico irreconciliabile di Dio e degli uomini".

* "Non è colpevole soltanto chi deliberatamente sfigura la verità, ma lo è altrettanto chi, per timore di non apparire completo e moderno, la tradisce con l'ambiguità del suo atteggiamento".

* È condannabile l'immoralità, anche se artistica?

* L'uso e il culto della nudità: "orribile bestemmia"


ROI campagne pubblicitarie